>>   Collezioni   


Le collezioni fuori dal Benin


Coll. Musée du Quai Branly - Photo B. Hatala
Coll. Musée du Quai Branly - Photo B. Hatala

Esiste al Musée du Quai Branly a Parigi una ricca collezione di oggetti originari del Danhomè. Questi oggetti provengono sia da donazioni dei funzionari e amministratori coloniali francesi, sia da missioni di raccolta degli etnologi. Molti di questi oggetti fanno anche parte del bottino di guerra riportato in Francia dal Generale Dodds, comandante dell'esercito coloniale francese che ha combattuto il re Gbêhanzin.

Si tratta di stoffe, di assin, di recade, di sedili reali, di gioielli, di statuette rituali, di stoffe applicate, di piatti di divinazione... la cui fattura è facilmente riconoscibile. In uno studio del 1985, Rachida de Souza ha inventariato 1319 pezzi del Danhomè: è una delle collezioni più antiche.

Nella maggior parte dei casi, i più grandi musei europei e americani di etnografia o di arti africane possiedono nelle loro collezioni degli oggetti provenienti dal Danhomè.

Lasciate un messaggio nel "Libro d'Oro" © copyright 1999-2011 | EPA | all rights reserved